Casa e Giardino

Decorazioni natalizie a costo zero con rami, frutta e spezie

Come creare per questo Natale, decorazioni natalizie con frutta, rami, spezie e pigne a costo zero e abbellire la casa con candele di frutta

Per gli addobbi e le decorazioni natalizie non è necessario spendere soldi. Ma possiamo realizzarle noi stessi a costo zero con tutto quello che la natura offre. Ghirlande, centrotavola, portatovaglioli o segnaposti si possono creare con pigne, erbe aromatiche, frutta e spezie. Con qualche suggerimento e tanta fantasia è possibile addobbare la nostra casa con decorazioni particolari e originali.

Decorazioni natalizie a costo zero con rami frutta e spezie

Per gli addobbi natalizi fai da te, sarebbe opportuno, nel rispetto dell’ambiente raccogliere l’occorrente senza recidere niente, poiché vietato. Rametti e pigne di abeti si trovano facilmente in parchi e campagne.  Potrebbe essere divertente raccoglierli durante un’escursione o una passeggiata. Oppure, possiamo chiederli in dono a parenti, amici o vicini, dai loro giardini.


Tuttavia se si necessita di grosse quantità di rami o di erbe aromatiche, è bene potarli con la massima cautela. Giusto per non rovinare l’estetica della pianta e, per non compromettere la sopravvivenza della stessa. Soprattutto nel periodo invernale. Proprio con rami, foglie ed erbe aromatiche, se intrecciati tra loro, è possibile creare centrotavola oppure ghirlande.

Frutta per simpatiche porta candele

Con la frutta invece, è possibile decorare e abbellire il centrotavola, in più, si possono creare simpatiche candele. Con mele, arance, pompelmi e castagne si possono realizzare anche dei piccoli segnaposti. Negli agrumi ad esempio, è tradizione infilare i chiodi di garofani per ottenere allegre decorazioni e con le quali abbellire la tavola. Come detto prima con le arance, si possono creare delle candele. Basta incidere la buccia dell’arancia al centro del frutto e per tutta la circonferenza.

Poi con l’aiuto di un cucchiaio, liberare la polpa dalla buccia, evitando di romperla. Poi con un taglia biscotti a stella, incidere la parte superiore dell’arancia. Sulla base interna dell’arancia sistemare una candelina. Infine, appoggiare la parte superiore per chiudere. Le bucce invece essiccate e ritagliate si possono aggiungere come composizione nelle ghirlande, ma anche da appendere o da legare ai fazzoletti per segnaposto.

Rami e spezie per ghirlande e segnaposti

Rami di abete, di edera, di alloro e agrifoglio, si prestano bene a realizzare le ghirlande. Anche il ginepro con le sue bacche di colore blu oltre ad abbellire centrotavola e segnaposto, è l’ideale con le ghirlande, in abbinamento all’agrifoglio o il vischio.

Il vischio è una pianta sempreverde, legata a tradizioni e leggende antiche. Per le popolazioni celtiche, era una pianta sacra capace di tenere lontane disgrazie e malattie. In molti paesi scandinavi, è ancora considerato simbolo di buon augurio. Infatti, è usanza baciarsi sotto un ramo di vischio per salutare l’arrivo dell’anno nuovo.

Inoltre l’alloro, dopo le feste se lasciato essiccare a testa in giù e poi tritato, è ottimo in cucina come condimento. Anche il rosmarino si presta bene come addobbo natalizio, soprattutto se raccolto proprio nel giorno della vigilia o di Natale, si può usare come portatovaglioli. Basta chiuderlo ad anello e fissarlo con un po' di spago, magari di colore rosso. Invece, le spezie come le stecche di cannella, possono rivestire le candele. Ma anche per centrotavola oppure, per decorare pacchetti regali o vasetti di confetture.

Camilla

Salve sono Camilla, mi piacciono molto le belle storie e i buoni film. Amo molto viaggiare e veder posti nuovi e lontani. Da piccola, fantasticavo molto, inventavo e scrivevo racconti, che finivano sempre a lieto fine. Poi crescendo ho fatto di ogni nuovo interesse, una passione. Le passioni sono importanti per me, sono il motore della vita. Senza di esse la nostra esistenza è piatta. Sono una continua scoperta anche per me stessa, tanto che alcune volte ne rimango meravigliata.

Articoli collegati