Coronavirus

Quali vaccini si possono mixare per boom di anticorpi, EMA spiega cosa farà

Quali vaccini si possono mixare per un boom di anticorpi? Uno studio chiarisce alcuni aspetti e il comunicato dell'EMA spiega cosa farà

Quali vaccini si possono mixare? La risposta arriva da uno studio che chiarisce la possibilità di aumentare l'immunità sul Covid, grazie ad uno scambio di vaccini in completa sicurezza. Lo studio arriva dall'Istituto Pasteur di Montevideo (Ipm) e dell’Università della Repubblica (Udelar) uruguaiana.

Ecco quali vaccini si possono mixare per boom di anticorpi

La ricerca afferma che è possibile ricevere per una protezione più efficace con un mix di vaccini tra la prima è la seconda dose. In Italia è già stato effettuato a molte persone, infatti, chi ha ricevuto l'AstraZeneca come prima somministrazione vaccinale, ha ricevuto la seconda dose di vaccino di Pfizer o Moderna.


In questi giorni si discute molto sulla terza dose di vaccino, ma, quale sarà possibile ricevere per un aumento di anticorpi? Lo scambio ideale di vaccini, secondo i ricercatori, per una buona immunità anti Covid, consiste nel ricevere due dosi di vaccino SinoVac, e poi una terza dose di Pfizer.

Lo studio ha verificato che questo mix di vaccini risulta essere molto più efficace e super protettivo, anche nei confronti delle varianti. Precisiamo che la ricerca è ancora in corso, e che attualmente non riguarda l'Italia in quanto il vaccino SinoVac non è stato somministrato in Italia.

Il comunicato EMA

Nel frattempo, oggi l'EMA ha pubblicato un comunicato in cui dichiara che ha iniziato a valutare il vaccino Spikevax (il vaccino Covid-19 sviluppato da Moderna). La somministrazione è consigliata almeno sei mesi dopo la seconda dose. Inoltre, può essere somministrato dalle persone da dodici anni in poi. Nel comunicato si legge:

La consulenza su come somministrare le vaccinazioni rimane prerogativa dei gruppi consultivi tecnici nazionali sull'immunizzazione che guidano le campagne di vaccinazione in ciascuno Stato membro dell'UE. Mentre l'EMA valuta i dati pertinenti, gli Stati membri possono già prendere in considerazione piani preparatori per la somministrazione di richiami e dosi aggiuntive. 

Spikevax è un vaccino per prevenire il COVID-19. Attualmente è autorizzato per l'uso in persone di età pari o superiore a 12 anni. Contiene una molecola chiamata RNA messaggero (mRNA) con le istruzioni per produrre una proteina, nota come proteina spike, naturalmente presente nel SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19. Il vaccino funziona preparando l'organismo a difendersi dalla SARS-CoV-2.

La notizia è stata pubblicata direttamente dall'EMA, è consultabile qui il comunicato.

Giovanna Russo

Mi chiamo Giovanna, e vivo al centro storico di Napoli. Ho ed ho una passione sin da bambina ed è quella di viaggiare e scoprire posti nuovi, culture diverse tradizioni nuove e luoghi da esplorare.

Articoli collegati