Salute

Diabete: attenzione ai possibili sbalzi di glicemia ecco come accorgersene e cosa fare

Diabete, attenzione a seguire sempre una buona alimentazione. Il primo allarme può arrivare dai piedi

L’avviso vale un po’ per tutti, ad ogni età; attenzione a chi fa un consumo eccessivo di zuccheri. Si possono verificare degli sbalzi di glicemia, e di conseguenza soffrire di diabete. Come possiamo scoprirlo e prevenirlo? Può sembrare strano ma sono proprio i piedi a darci dei segnali importanti.

Sintomi che possono prevenire un eventuale sbalzo di glicemia  

I sintomi del diabete tipo2 sono causati da alti livelli di zucchero nel sangue, i piedi sono quelli che ne subiscono di più le conseguenze. Infatti sono proprio i piedi a darci l’allarme, una sorta di campanello che ci avvisa di uno sbalzo glicemico. In questo caso si parla di neuropatia diabetica.


Questa malattia può presentarsi sotto varie forme come come ad esempio: simmetriche, focali, o multifocali asimmetriche. Sopratutto i primi a subire dei danni sono gli arti inferiori, iniziando proprio dalle dita dei piedi, con sintomi come:

a)Sensazione di puntura

b)Bruciore

c)Dolore ai piedi

d)Perdita della sensibilità per il dolore e la temperatura

Inoltre si possono aggiungere altre alterazioni della sensibilità come:

e)Formicolio e una lieve perdita di equilibro

f)Difficoltà motoria ai piedi

g)Perdita dei riflessi achillei neuropatia delle fibre 

Ma non solo, possiamo trovare anche altri sintomi che si presentano contemporaneamente, per cui si forma una neuropatia dolorosa da stretto controllo glicemico.

 Con il passare del tempo, un piede diabetico potrebbe portare altre patologie come ad esempio:

h)Ulcera

k)Piaghe sanguinanti

i)Infezione che potrebbe arrivare ai tessuti limitrofi e a cancrena.  

In questo caso cosa si può fare se compaiono sintomi da sbalzo di glicemia ai piedi?

Primissima cosa da fare e quella di restare sereni ed affidarsi ad un buon diabetologo o podologo per poi seguire le varie indicazioni date dal proprio dottore, per diminuire almeno i vari sintomi o lesioni ai piedi, come tipo:

l)Calli

m)Infezioni di vario tipo

n)Dolore formicolio alle gambe 

o)Formicolio generico

p)Presenza di chiazze arrossate sulla pelle delle gambe o piedi

q)Difficoltà a camminare

r)Deformazioni evidente dei piedi 

s)Rossore, infiammazione e gonfiore a livelli di un unghia del piede

t)Dolore come un morso di un cane

Per curare le neuropatie del diabete c’è bisogno del medico di base che aiuterà il proprio paziente.  Alcuni casi di neuropatie sono correlate a problemi nutrizionali, o anche ormonali,  solo in alcuni casi si riescono a curare facilmente, mentre invece spesso non sono curabili. 

Non sempre è facile rifiutare del buon cibo, ma bisogna mangiare sani. Questa deve essere la prima cura da seguire. Quindi bisogna fare attenzione sin da giovani e prevenire ogni malattia grave, “prevenire è meglio che curare.”

Emanuela Giardiello

Mi chiami Emanuela Giardiello amo viaggiare e scoprire posti nuovi, dove posso incontrare culture diverse, ed amo perdermi mentre guardò il mare con i suoi meravigliosi colori.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *