Bonus casa

Il bonus casa al 110% chiamato anche Superbonus 110% è entrato in vigore dal 1° luglio 2020 con il decreto legge n.34/2020.

I contribuenti possono ristrutturare le abitazioni praticamente a costo zero, ma questa misura non è semplice. Si presenta complessa e sottoposta a molti controlli.

Il superbonus prevede interventi ‘trainanti’ che danno diritto al beneficio e interventi ‘trainati’ che possono godere del 110% solo se effettuati congiuntamente agli interventi trainati.

Il bonus casa 110% prevede che gli interventi devono essere finalizzati al doppio salto di classe energetica o a quella più alta. Il controllo dell’efficienza energetica viene effettuato con l’attestato APE prima e dopo i lavori. Inoltre, la pratica dovrà essere corredata da asseverazioni e visti di conformità.

Il superbonus o bonus casa permette tre modalità per usufruire del beneficio: attraverso la detrazione fiscale in cinque anni divisa in quote di uguale importo; attraverso lo sconto in fattura e infine con la cessione del credito a terzi (comprese banche e istituti di credito). In questi ultimi due casi bisogna inviare comunicazione telematicamente sulla piattaforma disponibile dal 15 ottobre dell’Agenzia delle Entrate.

Una misura complessa che richiede uno studio di fattibilità approfondito prima di procedere con i lavori.

Su InformazioneOggi.it trovi tutti gli approfondimenti e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate e dell’Enea, con le Faq aggiornate dei nostri esperti in risposta ai lettori.