Viaggi, arte e cultura

Migliori città d’Europa da scoprire passeggiando a piedi: la classifica

Quali sono le migliori città d'Europa da scoprire passeggiando a piedi? Lo scopriamo attraverso una classifica, nella lista anche una italiana

Uno dei modi migliori per scoprire le città che visitiamo, è di percorrerle a piedi. Solo passeggiando a piedi tra le stradine di un luogo, possiamo ammirare quello che la cultura del posto stesso trasmette. Attraverso la passeggiata, possiamo scoprire ogni dettaglio della città e delle tradizioni del luogo, per godere appieno anche dell’atmosfera di un tramonto. Ed è su questo presupposto che un noto giornale britannico “The Guardian”, ha redatto una classifica delle migliori 6 città d’Europa da visitare a piedi.

Migliori città d’Europa da scoprire passeggiando a piedi

Come detto sopra, "the Guardian", giornale inglese, ha formulato una classifica delle migliori città europee da visitare a piedi. Dando anche indicazioni sull’itinerario da seguire per non perdere i luoghi più importanti. Nella classifica di Chris Moss, autore dell’articolo, c’è anche una città italiana.


Ecco la classifica dei primi tre posti secondo il  Guardian

Sul podio della classifica troviamo Berlino, la capitale tedesca è piena di punti d’interesse. Ed è facile capirlo se si passeggia nel centro storico, dove un tempo si ergeva il muro di Berlino. Il percorso da fare è partire dal quartiere Hansa, dove in un sito distrutto nella seconda guerra mondiale, sono stati progettati edifici residenziali modernisti. Poi il parco cittadino Tiergarten e ancora Alexanderplatz e Prenzlauer Berg, dove sono siti dei bei caffè e punti di ristoro.

Al secondo posto della classifica c’è Trieste, il capoluogo friulano, città di mare con il suo splendido lungomare. Il Guardian, suggerisce che il periodo migliore per visitarla è agosto. Nella splendida Trieste, c’è uno dei caffè più grandi, il Caffè degli Specchi, che si trova in Piazza Unità d’Italia, la piazza principale. È bene, iniziare una passeggiata che parte dal museo Joyce, la collezione d’arte e i sontuosi interni del Museo Revoltella. Poi verso il Borgo Teresiano e il caffè San Marco, arredato in stile secessionista viennese. Proseguendo dal centro si sale verso Villa Opicina che offre una vista sul Golfo di Trieste. Poi, energia permettendo, proseguendo per il sentiero sterrato della Strada Napoleonica, si arriva al Castello di Miramare.

Il terzo posto la rivista lo assegna a Marsiglia, la città francese offre davvero posti stupendi. Ad esempio il Vieux-Port, che affaccia sul mare, il quartiere di Le Panie, con le sue strade strette e tortuose, l’ampia vista dalla Basilique di Notre-Dame de la Garde e il quartiere di Rue de la République con i suoi edifici della metà del XIX secolo.

Ultime tre posizioni della classifica

Al quarto posto c’è la capitale portoghese, Lisbona che, secondo il portale britannico, è una tra le più belle. Oltre alle stradine che salgono su e giù per Alfama, Bairro Alto e Chiado, il pezzo forte di Lisbona è la buona cucina, soprattutto il pesce. Durante le escursioni è facile imbattersi in deliziosi bar e caffè, dove dopo al tramonto si possono ascoltare dal vivo note di fado (musica popolare portoghese).

Il quinto posto in classifica è di Copenaghen, le caratteristiche della città danese, sono le piste ciclabili e la ricchezza culturale. È consigliabile visitare il cimitero di Assistens, dove sono sepolti famosi scrittori di Copenaghen. Poi da vedere il quartiere di Nørrebro, pieno di negozi di abbigliamento firmato, punti vendita di birra artigianale, murales e gallerie. Poi da vedere il Giardino della Biblioteca Reale, la Biblioteca Reale e Aka Biblioteca Black Diamond. Per uno spuntino o un drink, si può scegliere tra i Paludan Bogcafè e Library Bar, presso l’hotel Plaza.

La classifica si chiude alla grande con Siviglia, è il capoluogo dell’Andalusia, considerata il centro artistico e culturale della Spagna meridionale. Una città ricca di monumenti piazze e giardini, che suscita un notevole interesse turistico. Il modo migliore di visitarla a piedi è di percorrere lo stesso percorso della processione, organizzato ogni anno per la Settimana Santa

Camilla

Salve sono Camilla, mi piacciono molto le belle storie e i buoni film. Amo molto viaggiare e veder posti nuovi e lontani. Da piccola, fantasticavo molto, inventavo e scrivevo racconti, che finivano sempre a lieto fine. Poi crescendo ho fatto di ogni nuovo interesse, una passione. Le passioni sono importanti per me, sono il motore della vita. Senza di esse la nostra esistenza è piatta. Sono una continua scoperta anche per me stessa, tanto che alcune volte ne rimango meravigliata.

Articoli collegati